Isole Eolie

nome Siti Unesco, Sicilia
linkdata Le isole Eolie, la dimora di Eolo
  • nome
  • nome
  • nome
  • nome
  • nome
  • nome
INFORMAZIONI GENERALI

Natura incontaminata, vegetazione rigogliosa, silenzi surreali. Nella perfetta simbiosi tra uomo e ambiente circostante, l’azzurro limpido del mare e del cielo si uniscono, raccontando una storia iniziata nell’epoca quaternaria. Spiagge, cale, grotte, insenature, faraglioni, fumarole e le antiche mulattiere circondate da vigneti e uliveti. Una sorta di paradiso terrestre, tanto da essere scelto, seconda la leggenda greca, dal dio dei venti Eolo come propria dimora. Sono le isole Eolie, un arcipelago di origine vulcanica situato nel Mar Tirreno, in provincia di Messina, a nord della costa siciliana. L’arcipelago di origine vulcanica, divenuto patrimonio Unesco nel 2000, comprende le isole Lipari, Panarea, Salina, Alicudi, Filicudi, i due vulcani attivi Stromboli e Vulcano e cinque isolotti minori: Basiluzzo, Dattilo, Lisca Nera, Bottaro e Lisca Bianca.

Informazioni Storiche

La presenza umana nell’arcipelago risulta sin da epoca molto antica. Al centro di fiorenti rotte commerciali, grazie alla locale lavorazione dell’ossidiana, le isole, schegge di terra lavica ancorate agli abissi del mare, furono colonizzate dai greci sei secoli prima di Cristo. Teatro di una delle battaglie tra Roma e Cartagine, vennero nei secoli successivi conquistate dalla flotta musulmana, e poi abitate dalla comunità spagnola. Ogni isola dell’arcipelago, che presenta la forma di una y, conserva le tracce del passaggio delle diverse popolazioni che vi si stabilirono, oltre a costituire principale oggetto degli studi dei vulcanologi mondiali e dei botanici, a motivo delle oltre 900 specie di piante presenti. L’isola più grande e maggiormente abitata è Lipari, il cui museo archeologico rappresenta un piccolo gioiello artistico-culturale. Tra le più rinomate mete del turismo internazionale è Panarea. Salina è invece definita “il giardino delle Eolie”, famosa per il bosco di felci che ospita, i capperi ed il vino locale, la malvasia, è stata consacrata alla notorietà internazionale dalla pellicola premio Oscar “Il Postino” di Massimo Troisi. Le isole più occidentali dell’arcipelago sono Alicudi e Filicudi, entrambe selvagge ed essenziali, lontane dal caos dell’era della globalizzazione. C’è poi Vulcano, dalle spiagge di sabbia nera, dove secondo la mitologia greca si trovavano le fucine di Efesto, dio del fuoco e fabbro, con i continui getti di vapore sia in superficie che sottomarini ed i fanghi sulfurei dalle proprietà terapeutiche, isola che rimanda per eccellenza al rapporto tra l’uomo ed il primordiale. Infine la ‘perla nera’ delle Eolie, Stromboli, dove il vulcano è ancora attivo, con frequenti e spettacolari eruzioni che danno vita alla Sciara del Fuoco, la colata lavica che scende fino al mare. Set negli anni Cinquanta di “Stromboli Terra di Dio”, classico del neorealismo cinematografico firmato da Ingmar Bergman, ne fanno parte la frazione di Ginostra abbarbicata sulla roccia e lo scoglio dello Strombolicchio, sormontato da un grande faro, originato da una delle più antiche eruzioni vulcaniche delle isole Eolie.

AROUND

Il fuoco e l’acqua delle isole Eolie sono un libro aperto sull’evoluzione del nostro pianeta. La lotta tra gli elementi ha plasmato uno scenario naturalistico di rara ed incantevole bellezza. Isole dal fascino straordinario, sono facilmente raggiungibili in traghetto o aliscafo da Palermo e Milazzo. Capaci di offrire il giusto mix tra cultura, natura, relax e mondanità, sono la sintesi perfetta tra immagini, suoni e realtà del Mediterraneo. Ne è testimonianza il Salina Doc Fest, il festival del documentario narrativo che si svolge ogni anno a Salina, al quale partecipano cineasti provenienti da diversi paesi.

Fonti

www.unesco.beniculturali.it

www.sitiunesco.it

www.patrimoniounesco.it

www.turismoeolie.com

www.visitsicily.travel

ilovesicilies.altervista.org

www.italia.it/it/home.html

Video Correlati
linkdata
Le Isole Eolie
linkdata
Stromboli
I siti Unesco in Sicilia